Come persona che cerca la positività del corpo e un umano sensibile generale, tendo ad evitare gli spogliatoi. Voglio dire, sviluppare una sana immagine di sé ha reso lo shopping molto meno stressante per me. Ma nei miei giorni più depressivi, vedermi indossare un indumento leggermente disadattato sotto le luci fluorescenti del mio preferito della moda veloce può innescare la mia giornata (e l'umore) di cadere lungo la strada.

Non importa quanto io possa sentirmi sicuro in ogni momento, le connotazioni negative che associo ai camerini possono essere abbastanza potenti da distruggere il positivismo del corpo che ho costruito per anni. Certo, di solito è solo una piccola stanza sul retro di un negozio dove puoi provare i capi prima di decidere se acquistarli o meno. Nozioni di "lusinghiero" contro l'abbigliamento "poco lusinghiero" e "il taglio giusto per il tuo tipo di corpo" che si manifestano quando è possibile scoraggiare l'esperienza dall'essere comunque positiva.

Stare in uno spogliatoio mi ricorda i giorni in cui i miei amici si prendevano gioco di come il mio corpo appariva in certi abiti. Mi ricorda lunghi periodi trascorsi davanti allo specchio a scrutare la mia figura tormentata dalla malattia, convincendomi che non mi meritavo certi pezzi a causa del mio deterioramento fisico.

Con gli attacchi di panico indotti da spogliatoio ancora freschi in molte menti, lo shopping può essere difficile. Quindi ecco alcune cose utili che possiamo dire a noi stessi quando ci perdiamo nella testa dietro quelle porte chiuse.

1. "Merito di sentirmi bella, ma questi vestiti non lo fanno per me."

La tua bellezza non è definita da vestiti che non sono stati creati per adattarsi in primo luogo. Alcuni indumenti, a seconda del negozio, sono apparentemente fatti per corpi di forma particolare. La maggior parte dell'abbigliamento, direi, non è pensata per niente con le persone grasse o le persone disabili.

Sebbene questi fatti siano incredibilmente esclusivi e spesso non incoraggino la nostra positività del corpo, è importante ricordare che un indumento inadatto non rende l'individuo meno degno di accettazione. Significa solo che il capo in sé è meno desiderabile, e che chiunque lo abbia progettato perde l'opportunità di vedere persone di una meravigliosa varietà di tipi di corpo che la dondolano.

2. "Non sono il solo a sentirmi in questo modo".

Con così tanta attenzione posta sull'estetica del corpo nella nostra società, molte persone provano una certa dose di stress quando fanno la spesa per vestiti o si guardano allo specchio. Anche se in genere è schifoso che la nostra cultura sia così ossessionata da magri, mi aiuta a pensare che la persona nella prossima camerino potrebbe sentirsi allo stesso modo, indipendentemente dal tipo di corpo.

3. "Le taglie di abbigliamento non mi definiscono".

Le taglie di abbigliamento sono solo numeri pensati per guidarti a segnare un vestito carino che si adatta al tuo corpo. Non dovremmo attribuire la moralità al numero delle magliette su cui stiamo provando, specialmente quando il significato di questi numeri oscilla in base al negozio e al paese di progettazione.

4. "Questo 'brutto' riflesso non è realtà."

A volte è utile ricordare a me stesso che qualsiasi riflesso "orribile" che penso di vedere nello specchio è uno che sembra solo sorgere sotto le luci aspre di uno spogliatoio. Non è reale

Alcuni di noi potrebbero sentirsi stressati momentaneamente e, di conseguenza, ricadere in pensieri negativi a spirale. Ma sia guardando il tuo corpo che scorrendo i vecchi selfie, puoi sperare di ricordare che il vero te è bello come sempre. La dismorfia corporea è difficile, quindi sii paziente con te stesso riguardo a questa affermazione.

5. "È naturale per il mio corpo crescere, rimpicciolirsi e cambiare in tutti i modi."

Non batterti per le fluttuazioni del tuo peso o della tua taglia. Questi cambiamenti sono naturali per noi passare attraverso esseri umani. Sebbene tu possa normalmente essere consapevole di questo fatto al di fuori del camerino, prova a ricordartelo prima di iniziare a mettere le cose.

6. "Il processo di produzione è in difetto, non io."

Come la maggior parte di noi probabilmente sa, il dimensionamento nei negozi di abbigliamento è terribilmente limitato, con misurazioni che variano da negozio a negozio e taglie oltre le 12 a cui sono abituate.

Non picchiarti perché non riesci a trovare la tua taglia, non importa quanti pezzi provi. Il tuo corpo è unico e merita di sentirsi accontentato. È il sistema stesso che è difettoso, non tu. Il mondo è ancora un posto fatidico, ma se ti senti a disagio nel tuo corpo, non è su di te.

7. "Va bene che questo non si adatta".

Prova a spazzolarlo quando qualcosa non va bene. So che a volte questo può sembrare un enorme fallimento da parte tua per non essere "delle giuste dimensioni". Ma se vuoi davvero quel paio di jeans, non disperare. Invece, prova un po 'di taglie fino ad ottenere la giusta misura. Non tutti i capi funzioneranno sul tuo corpo e questo non ti renderà meno incredibile.

8. "Gli spogliatoi mi stanno davvero innescando."

Riconoscere che le camerate possono innescare i posti può essere molto potente per me. Non capita spesso che la gente parli di quanto possa essere tossico uno spogliatoio, evitando invece l'argomento per imbarazzo, forse. Ma molte persone hanno brutte esperienze e ricordi associati a questi spazi.

Essendo consapevoli che la colpa è la fatfobia sistemica, il dimensionismo, l'abilità e i sistemi di dimensionamento confusi piuttosto che su di me è estremamente confortante, però.

9. "Sei ancora un bellissimo guerriero positivo al corpo, semplicemente non ti senti in questo modo in questo momento."

Anche come persona positiva del corpo, ho trovato impossibile amare ogni parte di me tutto il tempo. Ma sapere che questo momento passerà e che mi sentirò meglio, potenziato e scintillante presto di nuovo, può aiutarmi ad alleviare la delusione nel camerino.

10. "È solo tessuto."

Alla fine della giornata, l'abbigliamento è solo tessuto. A parte le aspettative della società, questi oggetti non devono avere il potere su di te. Sei responsabile della tua stessa narrativa.

11. "È tempo di controllare il mio privilegio."

Se sei di taglia giusta e provi stress nello spogliatoio, ricordati di controllare il tuo privilegio. Certo, scoprire che sei una taglia otto invece di una taglia sei potrebbe innescare (il mondo è un posto sessista, dimensioni, dopotutto), ma ci sono persone che spesso non riescono a trovare un unico capo elegante da provare ovunque IRL, dal momento che così tanti rivenditori non superano le dimensioni 12 o 14.

Sebbene la fatfobia sistemica colpisca tutti a lungo termine, colpisce di più la gente grassa. Quindi cerca di riconoscere i privilegi che derivano dal non essere grassi e imparare dal processo.

Fare shopping può essere scoraggiante, lo so. Ma i camerini non devono essere i luoghi spaventosi che erano una volta per i nostri sé più giovani e meno corporei. Con solo un piccolo cambiamento nel modo di pensare e alcune utili affermazioni per armarsi, lo shopping può, in realtà, essere davvero divertente.