Ci sono molti aspetti negativi e disagi che derivano dall'essere una donna queer, ma di solito le donne queer non si aspettano che le difficoltà e le prove si presentino sotto forma di complimenti. Spesso, però, i complimenti ai complimenti per la donna omosessuale sono complimenti di rovescio della medaglia - vale a dire, la persona che paga il complimento vuole che sia o sia di supporto, ma che in realtà serve a sottomettere il destinatario. E non so voi, ma mi sto davvero, davvero stanco di sentirli.

Mentre i complimenti a rovescio sono a volte maliziosi, è importante riconoscere che non sono sempre intenzionali. A volte le persone pagano alle ragazze queer i complimenti arretrati senza sapere perché sono problematiche. A volte è dovuto all'ignoranza o alla semplice mancanza di educazione sull'argomento - e anche se l'ignoranza non rende necessariamente il complimento arretrato OK, apre una conversazione importante e crea spazio per un discorso onesto e informativo. Certo, a nessuno è mai richiesto di insegnare a qualcuno quali comportamenti potrebbero essere problematici e perché (e lo stesso è vero per qualcuno, personalmente sono generalmente dell'idea che è importante spiegarlo a qualcuno una volta e scusare il loro comportamento la prima volta, perché altrimenti, in che altro modo impareranno? Dopo, però, sono da soli.

Diamo un'occhiata a cinque diverse donne omosessuali "complimenti" che ricevono spesso e decostruiscono perché non sono affatto complimenti - e, in realtà, sono in realtà degli insulti.

1. "Sei così carina per una ragazza strana!"

In genere è una cattiva idea seguire un complimento con le parole "per a". (Vedi anche: "Suoni bene per una ragazza", "Sei bravo in matematica per una donna, " ecc.) In questo caso, "Sei così carino per una ragazza queer" sottintende che le ragazze queer non sono attraente di regola - che insulta non solo le donne queer in generale, ma anche la persona a cui stai pagando il "complimento" (cioè, qualcosa che potrebbe essere una parte importante della loro identità viene gettato in una luce negativa) .

2. "Sarei assolutamente gay per te!"

Anche se inizialmente questo può sembrare un complimento, non tutte le donne queer amano sentirsi dire che un'altra ragazza sarebbe "gay" per loro. Come ha detto recentemente Ruby Rose, non è proprio una cosa; non puoi semplicemente "andare gay" a un capriccio di un momento, e pensare che un'altra ragazza sia bella o sessualmente attraente non è necessariamente uguale. Per la maggior parte delle donne queer, quando una ragazza eterosessuale dice "sarebbe gay per [inserire persona]", mina totalmente l'idea che la bellezza sia qualcosa di intrinseco e sacro - non un costume da indossare quando l'umore colpisce.

3. "Vorrei poterti girare dritto".

Come "Sarei totalmente gay per te", il complimento a rovescio "Vorrei poterti trasformare dritto" non è un vero complimento dopo l'ispezione iniziale. Quando un uomo mi dice questo, ciò implica che l'unico valore e valore che egli apporta su di me è sessuale, e che non possiamo avere una relazione senza sesso, sessualità o qualche tipo di coinvolgimento romantico. È sempre un peccato quando lo dice un amico intimo, perché è piuttosto oggettivante; e quando lo dice un estraneo? Diciamo che restano estranei, perché quel complimento non mi incoraggia davvero a diventare amici.

4. "Sembra che tu somigli al top / uomo / dominante nella relazione".

In un mondo superetertermativo in cui i ruoli di genere sono ancora una cosa e gli uomini dovrebbero essere quelli "dominanti" mentre le donne dovrebbero essere "passive", le persone queer generalmente non riescono ad adattarsi. Quando alle donne queer viene chiesto chi è l' uomo nella relazione, in generale, c'è una risposta abbastanza chiara se si lascia l'eteronormatività fuori da essa: nella relazione tra due donne, nessuno è l'uomo.

La cultura patriarcale identifica la mascolinità con il potere e le vernici hanno il potere come una cosa desiderabile - ma queste sono solo costruzioni sociali, non fatti indiscutibili. Pertanto, quando le persone dicono alle donne queer che devono essere "l'uomo" nella relazione, si limitano a complimentarle basandosi su tratti socialmente assegnati e maschili che percepiscono come "migliori" o "migliori" - non basati su qualcosa che esiste in realtà. Notizie flash: la mascolinità non è superiore all'eredilile, e non dobbiamo adattarci perfettamente a scatole maschili / femminili, maschili / femminili socialmente costruite, indipendentemente dal fatto che siamo gay o no.

5. "Sono sorpreso che ti vesti così bene!"

C'è un malinteso generale sul fatto che le lesbiche non si vestano bene o che non prestino attenzione a ciò che indossano. Mentre per alcune donne queer, la moda e l'identità radicate nell'abbigliamento non sono particolarmente importanti, molte lesbiche si prendono il tempo per vestirsi bene ed esprimersi con la moda - nello stesso modo in cui lo fanno tutti gli altri. Inoltre, non c'è davvero un modo di vestire "lesbico". Anche se le donne queer a volte vestono un certo modo per rendersi visibili all'interno della loro comunità, le ragazze queer di solito si vestono come, sai, le persone. Perché sono persone e le persone possono vestirsi come preferiscono.