Una delle critiche al femminismo che sento spesso è che costringe il comportamento ribelle e non conforme alle gole delle donne. Che dire delle donne che vogliono svolgere il ruolo che ci si aspetta da loro? Io e la maggior parte delle femministe direi che è A-OK. Ci sono molte cose che le donne dovrebbero essere in grado di fare, ma non dovrebbero farlo - perché dire alle donne cosa fare finirebbe per sconfiggere lo scopo del femminismo, giusto? Ci si aspetta che le donne facciano troppo per cominciare.

Il femminismo consiste nel dare a tutti la libertà di compiere qualsiasi scelta che desiderano senza giudizio, indipendentemente dal fatto che quelle decisioni facciano o meno ruoli di genere. Spesso si concentra sul diritto delle persone di fare scelte meno accettate socialmente - come il diritto delle donne ad essere aggressive e il diritto degli uomini ad essere sensibili - perché la capacità di fare il contrario è già data per scontata. Ma quando le femministe non chiariscono che questi comportamenti sono opzioni, non mandati, più persone che si conformano al genere possono sentirsi escluse dal femminismo.

Quindi, ecco alcune cose che io e la maggior parte delle femministe pensano che le donne dovrebbero assolutamente essere in grado di fare se lo desiderano, ma non dovrebbero mai sentirsi sotto pressione. Nessuna vergogna in entrambi i casi.

1. Dare priorità al lavoro nella famiglia

Ci sono un sacco di grandi cose su come ottenere soddisfazione dalla tua carriera, specialmente se sei una donna a cui è stato insegnato a delegittimarlo per iniziare una famiglia. Il lavoro può darti un senso di valore che non dipende da nessun'altra persona e un senso di realizzazione che migliora la tua sicurezza.

Il lavoro, tuttavia, può anche portare allo stress, essere insoddisfacente (a seconda del lavoro) ed essere privo delle relazioni amorose che molte persone bramano. La famiglia, allo stesso modo, può essere fonte di stress e soddisfazione. Quindi, ci sono molte ragioni per cui le persone di qualsiasi genere potrebbero scegliere di dare la priorità al lavoro o alla famiglia.

Negli Stati Uniti in questo momento, più donne che uomini sono le principali badanti nelle loro famiglie, secondo l'American Psychological Association. Sebbene una recente analisi della Pew Research abbia rilevato che quattro donne su dieci sono ora i principali beneficiari di tale situazione, ciò riflette le donne che svolgono entrambi i ruoli contemporaneamente più di un turno completo.

Non c'è nulla di intrinsecamente sbagliato in una famiglia con un caregiver e un capofamiglia, ma modelli più ampi a livello nazionale rivelano un'aspettativa culturale per sostenere questo modello familiare, che diventa problematico quando gli uomini hanno più libertà di scegliere la propria carriera e le donne hanno più libertà di scelta le loro famiglie. Vale la pena guardare quali sono le forze dietro la decisione di dare la priorità al lavoro o alla famiglia, ma ciò non rende la scelta dell'individuo meno comprensibile.

2. Avere il corpo che hanno

I movimenti positivi al corpo e grassi positivi hanno proclamato il diritto delle donne ad avere una taglia o una forma che non si adattano all'ottimo ideale che vediamo nei media. E questo è fantastico! Ma a volte, parole come "le donne vere hanno curve" e "la mia anaconda non ne vuoi nessuna a meno che tu non abbia i panini" vergognarsi delle donne per essere magre o per non avere le "curve" a cui tutti gli uomini sono presumibilmente attratti.

Rimozione della pressione per essere sottili è un modo per smantellare le norme culturali che dettano le donne sono meritevoli solo se guardano in un certo modo. Ma sostituire un ideale con un altro promuove solo questo problema. Meglio ancora sarebbe dire alle donne che non devono essere belle per nessuna definizione di bellezza perché il loro intelletto e il loro carattere sono ciò che è importante.

3. Vestiti in modo provocatorio

Come dimostra questo fumetto del fumettista Dan Shive, rompere il doppio standard per la toplessness - di cui il movimento #freethenipple ha recentemente attirato l'attenzione - è davvero molto complicato. Da un lato, questo doppio standard è culturalmente specifico e deriva dalla sessualizzazione dei corpi delle donne. Può essere autorizzante fare qualcosa che è normalmente sessualizzato, come andare in topless, e non significa altro che ciò che significa per te.

D'altra parte, i corpi delle donne sono abitualmente oggettivati ​​e considerati proprietà degli uomini, e questa sessualizzazione non è più evidente che nelle raffigurazioni e reazioni al seno delle donne. Qualsiasi attenzione chiamata al petto di una donna può sembrare super degradante per alcune donne.

Quindi, ancora una volta, questa decisione - o qualsiasi decisione su cosa indossare - si riduce a come ogni singola donna si sente. Alcune donne potrebbero sentirsi più sicure quando si vestono provocatoriamente e trovare la libertà di farlo sapendo che non è un invito. Altri potrebbero avere difficoltà a dissociare gli abiti rivelatori da tutti i significati culturali ad essi connessi. Le donne che si sentono in questo modo non dovrebbero mai provare a indossare o rivelare qualcosa che non vogliono.

4. Hanno molti partner sessuali

Come dimostra il video di Walk of No Shame di Amber Rose, abbiamo un doppio standard per come gli uomini e le donne sessuali possono essere, il che si riflette in termini come "walk of shame" e "slut". Un uomo è considerato fortunato quando fa sesso o sesso occasionale con molti partner, mentre si presume che una donna sia stata sfruttata. Questo è BS

Ma il fatto che giudicare le donne per avere molti partner sessuali è BS non significa che nessuna donna dovrebbe avere molti partner sessuali. Alcune persone sono più attratte dalle relazioni monogame e si tengono lontane dal sesso per non affezionarsi troppo presto. Le donne e gli uomini che preferiscono conoscere le persone prima di andare a letto con loro non dovrebbero essere giudicate più di quanto dovrebbero fare le donne che fanno sesso occasionale. Allo stesso modo, le persone asessuate non sono meno autorizzate a non cercare il sesso.

5. Sii schietto

Tendiamo a penalizzare le donne per dire in modo assertivo le loro menti, ma li castighiamo anche per essere troppo dispiaciuti, troppo educati e troppo femminili. È importante che le donne riconoscano il loro diritto di affermare ciò che vogliono sul lavoro, nelle relazioni o ovunque e di non sentirsi in colpa per questo. Allo stesso tempo, però, le donne non dovrebbero essere costrette ad agire "maschili" per essere prese sul serio.

Dal momento che le donne sono dannate se lo fanno e dannate se non lo fanno quando si tratta del modo in cui parlano, non vale la pena cercare di accontentare le persone con le nostre abitudini linguistiche. Potremmo anche solo essere noi stessi e fare ciò che ci fa sentire più a nostro agio e potenti, qualunque cosa sia.