Un uomo con quasi nessun pelo sulla testa o sul corpo era in grado di crescere una testa piena dopo otto mesi, e tutto a causa di una droga per l'artrite. I ricercatori di Yale hanno somministrato il farmaco per l'artrite a un uomo con alopecia universalis, una rara condizione medica che al momento non ha alcuna cura, e lo ha visto crescere i capelli in testa, le sopracciglia, le ascelle ... e altre aree. Questo è il primo caso riportato di un trattamento mirato di successo della condizione.

"I risultati sono esattamente ciò che speravamo", ha scritto il Dr. Brett A. King, assistente professore di dermatologia presso la Yale University School of Medicine, pubblicato sul Journal of Investigative Dermatology . Lui continuò:

Questo è un enorme passo avanti nel trattamento dei pazienti con questa condizione. Mentre è un caso, abbiamo anticipato il successo del trattamento di quest'uomo basato sulla nostra attuale comprensione della malattia e del farmaco. Riteniamo che gli stessi risultati saranno duplicati in altri pazienti e abbiamo intenzione di provare.

Oltre all'alopecia universale, al paziente di 25 anni è stata diagnosticata anche la psoriasi a placche, una condizione che causa chiazze rosse sulla pelle. King pensò che avrebbe potuto trattare entrambe le condizioni con la stessa medicina; ha usato il citrato di tofacitinib farmaco approvato dalla FDA, che viene normalmente utilizzato per trattare l'artrite reumatoide. Il farmaco aveva trattato con successo la psoriasi negli esseri umani in passato e aveva anche invertito una forma di alopecia nei topi.

La paziente stava assumendo 10 mg di tofacitinib al giorno per due mesi quando i primi segni di crescita dei capelli cominciarono a manifestarsi, e dopo altri tre mesi di assunzione del farmaco a 15 mg al giorno, fu in grado di far crescere un cuoio capelluto completo, sopracciglia, ciglia, peli sul viso e peli del corpo - capelli che non vedeva da sette anni.

Che cosa significa questo? Questo può portare a una prescrizione o ad un trattamento da banco? E quante persone potrebbe aiutare questa scoperta pionieristica?

Che cos'è esattamente l'alopecia?

L'alopecia universale è la forma più grave di alopecia areata, una malattia autoimmune che porta alla caduta dei capelli dopo che il proprio sistema immunitario attacca i follicoli piliferi. L'alopecia areata si verifica quando uno perde i ciuffi di capelli in certe aree. I capelli possono a volte ricrescere dopo un periodo di tempo, ma poi cadere in un'altra area.

L'alopecia universale è quando si verifica una caduta completa dei capelli ed è anche imprevedibile - a volte i capelli ricrescono, ma è impossibile determinare quando e quanto.

Chi influenza?

L'alopecia colpisce allo stesso modo uomini e donne. L'alopecia areata ha più probabilità di colpire le persone con meno di 20 anni, ma gli adulti di qualsiasi età possono svilupparla. Le persone con alopecia che hanno maggiori probabilità di sperimentare la perdita di capelli permanente includono coloro che hanno una storia familiare della condizione, hanno un'altra malattia autoimmune e sono inclini alle allergie.

Quante persone influisce?

L'alopecia areata è relativamente rara - solo il 2% circa degli americani soffre di questa condizione. L'alopecia universale è ancora più rara e colpisce meno di 200.000 persone, ovvero lo 0, 06% della popolazione statunitense.

Cosa significa questo in termini di trattamento?

King spera di applicare i risultati dello studio allo sviluppo di un trattamento formale per l'alopecia areata. Ha presentato una proposta per una sperimentazione clinica di una forma crema di tofacitinib. Come ha scritto nel rapporto:

Questo caso evidenzia l'interazione tra i progressi scientifici e il trattamento delle malattie e fornisce un esempio convincente dei modi in cui una comprensione sempre più complessa della medicina, combinata con l'ingenuità nel trattamento, va a beneficio dei pazienti.