Chiedi a Jenna Bans e lei ti dirà che un "salato settantenne del Minnesota" è stato l'ispirazione dietro il suo nuovo spettacolo femminista Good Girls . Pochi giorni dopo aver sentito Donald Trump proclamare di poter afferrare le donne per la figa, Bans ha avuto una "conversazione chiave" con quella ragazza - che è anche sua madre - sul tono sessista che la copertura elettorale aveva assunto. "Ho una specie di ingenuità ora, mi rendo conto, ha detto a mia madre, 'Wow, non posso credere al sessismo nei media e ovunque nella copertura elettorale, è così palese, '" dice Bustle al telefono. "E ci fu questa lunga pausa, e io ero tipo 'Ciao?' e mia madre dice: "Dove sei stato?"

In quel momento, Bans si rese conto che sua madre aveva avuto a che fare per tutta la vita, ma non ne aveva mai parlato. "C'era ovviamente dolore nella sua voce e un senso di ironia e senso dell'umorismo", dice Bans, ma sua madre "non ne fu affatto turbata o affatto sorpresa". Dopo 70 anni, era diventata insensibile, scrollando le spalle perché era tutto quello che poteva fare.

Bans si rese conto che avrebbe potuto scrivere uno spettacolo in cui le donne potessero prendere in mano la situazione; una via di fuga per coloro che, come sua madre, erano troppo bravi per andare male, ma non dispiacerebbe guardare qualcun altro infrangere le regole. Un Thelma e Louise per le donne di #TimesUp. "Volevo scrivere qualcosa che potenziasse", dice Bans. "E sai, divertente e divertente e un po 'Calgon, portami via."

In quei vecchi spot degli anni '70 e '80 per i prodotti di bellezza Calgon, donne strapazzate e sopraffatte sono portate in oasi di bagni pieni di bagni di bolle. Nel 2018, le donne sono ancora interessate alla cura di sé, ma solo dopo aver passato un po 'di tempo a distruggere il patriarcato e il soffitto di vetro. Good Girls parla di quelle donne - quelle che sono matti da morire e non ce la faranno più.

Brave ragazze

È la rabbia e la frustrazione che alla fine convince tre mamme suburbane rispettose della legge, interpretate da Mad Men 's Christina Hendricks, Mae Whitman della Parenthood, e Retta di Parks and Recreation, per rapinare un supermercato con pistole giocattolo con rivestimento Sharpie. Come Robin Hoods auto-motivati, rubano ai ricchi e danno ai poveri, che, per il momento, sono loro. Certo, rubare è brutto, ma Bans ha creato uno scenario che tira le corde del cuore, mandando la tua bussola morale così fuori di testa che non puoi fare a meno di radicare per queste donne che hanno finito di giocare bene. Bans sa che è una linea difficile da percorrere, ma ha imparato dai migliori: Shonda Rhimes.

Mentre lavorava a Grey's Anatomy e poi a Scandal, Bans ha imparato che avvicinarsi ai personaggi con un senso di assenza di paura è la chiave per una buona narrazione. Rhimes non ha paura di scioccare le persone o di spingere i suoi personaggi all'estremo in modi oltraggiosi. Come, sai, come il presidente Fitz soffoca a morte un tribunale della Corte suprema e in qualche modo si desidera ancora che Olivia Pope sia con lui. "[Shonda] sapeva sempre se proveniva da un luogo di verità, realtà e fondatezza", dice Bans, "che farebbe davvero parlare la gente".

La gente potrebbe inizialmente sintonizzarsi su Good Girls per la premessa del criminale, ma Bans spera che si fermino perché si preoccupano di queste donne. Beth Boland (Hendricks) è una mamma casalinga il cui mondo viene messo sottosopra quando si rende conto che il marito traditore (Matthew Lillard) ha milioni di debiti. Ruby Hill (Retta) e suo marito (Reno Wilson) lavorano a tempo pieno, ma non possono permettersi un farmaco sperimentale che potrebbe salvare la loro figlia malata. Annie Marks (Whitman), la sorellina di Beth, sta affrontando una battaglia per la custodia e non ha i mezzi per assumere un avvocato per il suo stipendio. (Sì, quel negozio di alimentari.)

"Hanno fatto tutto bene, sacrificato per le loro famiglie", dice Bans, solo per rendersi conto che non è abbastanza, non è mai abbastanza. "È una specie di atto di disperazione", dice a proposito del negozio di generi alimentari. "Sono loro che entrano in contatto con la loro rabbia femminista che spezza il mondo per loro".

Bans non ti suggerisce di intraprendere una vita da criminale, ma crede che ci sia potere nella rabbia femminile. Il termine, come ha osservato Stassa Edwards di Broadly nel 2015, era una volta codice per donne "pericolose e destabilizzanti", un termine usato per accentuare stereotipi come "la moglie squilibrata, la folle ex-fidanzata, le femminucce e il nero arrabbiato donna. "Ora, nell'era di #MeToo, la rabbia femminile è diventata un potente motivatore. "Penso che vada di pari passo con l'empowerment, e cambiando il sistema in cui viviamo e cambiando il mondo", dice Bans. "Devi arrabbiarti per cambiare il mondo."

"Sono loro che entrano in contatto con la loro rabbia femminista che spezza il mondo per loro".

Ma per cambiare il mondo con la rabbia femminile, in primo luogo, il mondo deve capirne l'importanza. Negli ultimi giorni del 2017, Andi Zeisler di Bitch ha scritto di abbracciare la rabbia femminile nel nuovo anno. Conoscere la rabbia maschile bianca era una delle spiegazioni date per la vittoria di Trump, Zeisler si chiedeva perché la rabbia delle donne non ricevesse il trattamento per il pensiero e ottenne una risposta: la paura. "In breve, " ha scritto Zeisler, la rabbia femminile "è terrificante, in particolare per gli uomini e quindi la storia della rabbia delle donne va di pari passo con una storia di oppressione".

Good Girls sta cercando di riscrivere questa storia integrando la rabbia femminile in un modo che non mira a colpire gli uomini, ma a potenziare le donne. "È una specie di rabbia proattiva", spiega Bans. "È una rabbia giusta e giustificata che va di pari passo con l'azione e l'empowerment". I divieti hanno persino coniato un termine per questo: "rabbia da sentirsi bene", perché "mi fa sentire bene guardarli riprendere il loro potere".

Nei mesi trascorsi da quando la presunta storia di cattiva condotta sessuale di Harvey Weinstein divenne pubblica, (il rappresentante di Weinstein aveva in precedenza negato "qualsiasi accusa di sesso non consensuale"), le donne di tutto il mondo hanno fatto proprio questo. E Bans spera che le donne si vedano in questi personaggi che sono stanchi di essere sfruttati, quindi stanno facendo qualcosa al riguardo. "Spero che si sentano bene e si sentano responsabilizzati e si sentano pronti a rischiare", dice Bans. "Forse non rubare i rischi del tipo di negozio di alimentari, ma essere pronto a fare i torti e rischiare nella propria vita".

Good Girls è nata come una lettera d'amore alla mamma di Bans, la cui rabbia era stata ridotta al silenzio. Ma ora è un'ode per ogni donna che ha il coraggio di arrabbiarsi.