L'ultimo dibattito del GOP prima della South Carolina Primary si è svolto nello stato di Palmetto sabato notte. Sei candidati sono saliti sul palco seguendo una selvaggia Primaria del New Hampshire che ha visto Donald Trump vincere facilmente. Chris Christie e Carly Fiorina si sono lasciati alla luce dei loro numeri bassi, come ha fatto Jim Gilmore. Così, ora è giù a Trump, John Kasich, Ben Carson, Marco Rubio, Ted Cruz e Jeb Bush, che sono saliti sul palco del Peace Center di Greenville. C'è sicuramente molto da fare in questo dibattito cruciale e sabato sera è stato un momento importante per i candidati per presentare i loro piani presidenziali. Purtroppo, non doveva essere come l'evento sembrava scivolare via dal suo scopo previsto. Il dibattito del GOP perdente è stata la persona che ha perso il controllo dello showdown stesso, il moderatore della CBS John Dickerson.

I candidati furono costretti a pensare in piedi mentre Dickerson indirizzava quello che era nelle menti di tutti quelli che guardavano: l'improvvisa morte del giudice della Corte Suprema degli Stati Uniti, Antonin Scalia. Un momento di silenzio per onorare Scalia ha dato il via all'evento. La Giustizia Associata è stata spesso evocata nel corso del dibattito con le aspiranti presidenziali che hanno reso omaggio a uno dei più singolari e prolissi giudici in grazia di SCOTUS. La questione del Presidente Obama, che mirava a scegliere un candidato per succedere a Scalia prima di lasciare il suo incarico, è stata anche ripetutamente toccata. Seguendo questa linea di domande, le cose iniziarono a decadere tra Dickerson e i candidati.

Dickerson è stato fischiato dal pubblico dopo aver interrogato Cruz su un punto chiave per quanto riguarda i giudici di SCOTUS che sono stati confermati durante gli anni delle elezioni. La sua gestione della guerra di parole tra Rubio e Cruz e Trump e Bush è stata accolta con candidati che discutevano deliberatamente del moderatore. A un certo punto, Dickerson ha persino detto "non farmi girare questa macchina", la sua battuta è caduta senza successo. È stato più volte interrotto a metà delle domande mentre i candidati continuavano a combattere. Anche il campanello che indicava che un candidato aveva usato tutto il tempo ripetutamente veniva ignorato.

"Le campane stanno suonando, signore, " Dickerson implorò Trump mentre continuava a parlare per tutto il tempo assegnato nel mezzo di uno spasimo particolarmente acceso con Bush. Ad un certo punto il moderatore agitato sembrò rinunciare del tutto, affermando che avrebbe "posto la domanda, tu fai quello che vuoi" quando tenterai di fare una domanda a Rubio. Dickerson non è estraneo a moderare i dibattiti presidenziali, avendo assunto il dovere all'inizio della stagione elettorale durante un dibattito democratico del novembre. Il sabato sera non è stata la sua esibizione migliore, segnando un forte contrasto tra la sua precedente esibizione.

Per tutte le battute spiritose e le battute di Dickerson, non è apparso nemmeno un singolo per mostrare ai candidati sul palco che intendeva affari. Il dibattito è stato tristemente ridotto a quello che è stato un incontro di urla glorificato tra le speranze presidenziali. Pochissimi hanno presentato una retorica legittima su temi caldi come l'immigrazione, la politica estera e l'economia. Sebbene Dickerson abbia sfidato Cruz, è tristemente mancato per tutto il resto del dibattito, così come molti dei candidati sul palco come risultato.