Se hai un amico che è in una relazione emotivamente violenta e ora vuole andartene, potresti essere tentato di correre in giro con stelle filanti e un cappello da festa. Per quanto meravigliosa sia questa notizia, c'è una domanda che sorge quando il tuo amico decide di fare questo meraviglioso passo in avanti: come puoi aiutare? L'abuso emotivo non lascia lividi, ma è ancora pericoloso, dannoso e orribilmente traumatico. Secondo Martha Brockenbrough di Women's Health, l'abuso emotivo "può variare dall'abuso verbale - urlare, incolpare, umiliare e chiamare il nome - all'isolamento, alle intimidazioni e alle minacce. Inoltre si manifesta comunemente come stonewalling e licenziamento, comportamenti che fanno vittime sentirsi solo e senza importanza ". E solo perché non puoi vedere le cicatrici dell'abuso emotivo, non significa che non siano presenti: può lasciare ai sopravvissuti disturbi da stress post-traumatico o altri problemi di salute mentale duraturi.

Il desiderio del tuo amico di abbandonare la loro relazione violenta dovrebbe essere incoraggiato; ma lasciare una relazione emotivamente offensiva non è semplice, e capire come essere al meglio un amico solidale in questo momento diventa complicato.

Come amico in questa situazione, probabilmente scoprirai rapidamente che, come la relazione stessa, la separazione può essere terrificante e brutalmente sconvolgente. Se ti trovi in ​​questa situazione, ti compatisco profondamente, ma apprezzo anche te per aver voluto aiutare il tuo amico: il tuo supporto è cruciale. Fortunatamente, ci sono cose che chiunque può avere con una persona cara o amica in questa posizione può aiutare ad alleviare la situazione, sia che offra aiuto pratico, supporto emotivo, o aiuti ad accedere a una consulenza professionale. Ecco sette modi in cui puoi offrire supporto al tuo amico mentre cercano di liberarsi.

1. Riconoscere che potrebbero non ascoltarti

Una delle cose più importanti da capire quando si sostiene il tuo amico è che la rottura di una relazione emotivamente violenta non è affatto la stessa cosa della rottura di una persona relativamente sana. Gli abusatori emotivi di solito fanno in modo che i loro partner siano trincerati su una varietà di livelli e rendono il processo di liberazione stupendamente difficile. Come afferma Gail Saltz, collaboratore di "Today", i tossicodipendenti usano una vasta gamma di tattiche manipolative per convincere il sopravvissuto "che non puoi vivere senza di lui, e poiché ha minato la tua fiducia e i tuoi sentimenti di autostima, ci credi".

Quindi riconosci il fatto che la rottura potrebbe essere molto lunga e prolungata e che i consigli ben intenzionati che di solito dai ai tuoi amici per le interruzioni ("lasciali / trovano qualcun altro / esci da questa città per un po '") probabilmente non si applica. Molte persone in relazioni emotivamente violente lasciano più di una volta, solo per tornare a causa della manipolazione del loro partner.

Questo modello di rottura e ritorno può anche significare che "ritornano" alle promesse precedenti per andarsene, e possono ignorare o non ascoltare completamente i suggerimenti che questa è stata un'idea pericolosa. Il tuo amico è catturato in una presa eccezionalmente potente, e questo potrebbe essere molto frustrante per te mentre osservi il loro viaggio di due passi in avanti di un passo indietro verso la libertà. Sii consapevole di questo.

2. Aiutali a ottenere le loro anatre finanziarie di fila

Uno dei tipi più importanti di aiuto che può essere dato a una persona che lascia una situazione emotivamente offensiva è pratico: far sì che siano istituiti finanziariamente. L'abuso finanziario può essere una componente forte di situazioni abusive; il Centro di consulenza sul denaro delinea alcune delle tattiche abusive più comuni, che includono il controllo dell'accesso ai fondi, la prevenzione dell'occupazione o la richiesta di responsabilità per ogni centesimo speso.

Ma anche se non c'è un elemento di controllo finanziario nella relazione abusiva, un cuscino monetario è eccezionalmente utile per pagare alloggi temporanei, viaggi, spese legali e qualsiasi altra spesa imprevista. Se puoi aiutare il tuo amico ad aprire un conto bancario separato, mantenere i fondi di emergenza per loro nel tuo account, mantenere una cassa o consultare un consulente finanziario con loro, questo è uno dei modi migliori per aiutarti.

3. Collegati con esperti

Il supporto emotivo è un grande aiuto nell'aiutare le persone a districarsi dalle relazioni emotivamente violente, come lo è l'aiuto pratico (l'offerta di un'auto per spostare le proprie cose, un luogo dove riporre le cose, la fornitura di un telefono di scorta o un consulente), ma tu non posso farlo da solo Lascia che ti ripeta: non puoi farlo da solo . Il tuo amico è in una brutta situazione e ci sono professionisti in grado di dargli consigli, consulenza e altro supporto clinico di cui hanno bisogno.

È possibile offrire un luogo sicuro in cui effettuare tali collegamenti, sia via telefono, e-mail o di persona. I centri di accoglienza, le hotline e le organizzazioni locali sono spesso facilmente individuabili e contattati, poiché una parte dell'intero MO deve essere disponibile al pubblico. La Women's Law Organization raccomanda una funzionalità sul sito Web dell'American Psychological Association che consente di trovare consulenti locali specializzati in violenze emotive e violente. (Prendi nota del fatto che molte organizzazioni caritative di violenza domestica hanno anche risorse impegnate per l'abuso emotivo, quindi non escluderle automaticamente.) Vai con loro se hanno bisogno di te; stare con loro quando sono al telefono; prendi nota. Un buon punto di partenza è la National Hot Violence Hotline: 1-800-799-SAFE (7233) o TTY 1-800-787-3224.

4. Aiuto con un piano di sicurezza

Il "piano di sicurezza" è in realtà un termine tecnico. Love Is Respect, un'organizzazione che mira all'abuso in tutte le sue forme, spiega che si tratta di "un piano pratico e personalizzato che può aiutarti a evitare situazioni pericolose e conoscere il modo migliore di reagire quando sei in pericolo". Aiutare una persona in una situazione emotivamente violenta fa sì che un piano di sicurezza per uscire sia una cosa eccezionalmente utile da fare.

Non devi offrire loro il tetto in testa, anche se puoi, se ti senti a tuo agio. Vale la pena incoraggiarli a parlare con organizzazioni professionali per ottenere consigli su dove andare e su come farlo in modo rapido e senza problemi. L'Ufficio della salute delle donne degli Stati Uniti delinea gli elementi vitali che dovrebbero essere presi se fuggono da una situazione emotiva o fisicamente abusiva, compresa l'identificazione, documenti importanti, tutti i farmaci, cartelle cliniche, permessi per auto e oggetti personali che sono importanti per la persona maltrattata. Una cosa buona che puoi sicuramente fare: conservare gli articoli per loro che sono difficili da spostare velocemente o altamente sentimentali.

5. Stai tranquillo e sottile

Puoi volere HAM sul buco del culo che ferisce il tuo amico, che è completamente comprensibile. Ma resisti a questa tentazione. Non coinvolgere te stesso con l'altro partner e non parlarne di loro online o nei forum pubblici. Non discutere la situazione o la posizione del tuo amico ovunque che il suo ex possa trovare le informazioni e usarlo per accedere al tuo amico dopo che lui o lei è andato via.

Se il tuo amico sta scegliendo di dire alla gente del proprio partner, è la sua scelta. Non ti è permesso di andare urlando per le strade che il loro ragazzo o ragazza è un vero orrore, per quanto tu voglia. Fai il contrario: rassicurati il ​​tuo amico che qualsiasi cosa ti dicono rimanga con te, e tienilo d'accordo anche se il loro partner chiede di sapere cosa sta succedendo. Mentire se necessario. E non affrontare mai l'aggressore; mantieni te stesso e il tuo amico al sicuro.

6. Rassicurali che li credi

Uno degli elementi più comuni di abuso emotivo è la promozione dell'incredulità nella sanità mentale della persona maltrattata. Sono fatti per dubitare delle loro versioni di eventi, ricordi, sentimenti e reazioni emotive più profonde. La National Hot Violence Hotline spiega che questa destabilizzazione conferisce all'abuso un sacco di potere e controllo, perché la sua versione è impostata come l'unica da fidarsi o da credere. Infondono anche false credenze basate sull'idea di "instabilità" psicologica della persona abusata (alcuni nomi di psicologia oggi, come "nessun altro ti amerà", e "nessuno ti crederà, sei pazzo").

Uno dei tuoi ruoli chiave come persona di supporto nel loro processo di coinvolgimento è quello di riaffermare loro che i loro sentimenti, ricordi e opinioni sono validi e veri. Se ci credi, dillo, più volte.

7. Scopri cos'è l'abuso emotivo

Questo è un buon momento per informarti su cosa sta succedendo esattamente, su come potrebbe interessare il tuo amico e su cosa potrebbe significare per la tua amicizia su tutta la linea. La Directory di counselling, Psychology Today e Living Without Abuse sono risorse eccellenti per sfidare i tuoi equivoci e darti una visione d'insieme di ciò che vive con quel tipo di abuso. (Sarà una lettura difficile, quindi abbi cura di te.) Incoraggerei anche tutti coloro che svolgono un ruolo di supporto nel chiedere consiglio alle organizzazioni professionali che si occupano di abusi, che probabilmente saranno in grado di fornire consigli personalizzati su misura per la situazione; cerca un'organizzazione come la WOMAN INC. L'abuso emotivo conta come un abuso molto reale e queste persone saranno disposte ad aiutare te e il tuo amico.

E c'è una cosa molto importante da sapere sulle relazioni abusive, emotive o altro: il rischio per il tuo amico è maggiore quando scelgono di andarsene e subito dopo. Questo è, statisticamente, un tempo pericoloso e irto, quindi leggere ti darà le migliori risorse per aiutare il tuo amico a proteggersi.

8. Fai sapere loro che non hanno bisogno di sentirsi colpevoli

La cosa più importante da dire a una persona in questa posizione è "non è colpa tua". Ancora e ancora. Potrebbero non capirti o crederti, ma è eccezionalmente importante per loro sentirlo. Il senso di colpa è una presenza costante in relazioni emotivamente violente, abituato a lunghezze scandalose per controllare e vaccinare la persona maltrattata; viene costantemente detto che sono la causa di tutte le difficoltà e "hanno spinto il loro partner a questo". Il senso di colpa è un'emozione tossica che può essere straordinariamente potente, ma non è reale. Click To Empower, un'organizzazione per sopravvissuti alle violenze domestiche ed emotive, ha una lista di eccellenti modi per comunicare questo, tra cui "Non sei responsabile per il loro comportamento" e "Non importa quello che hai fatto, non ti meriti questo".

9. Prenditi cura emotiva di te stesso

Questo è difficile, ragazzi. Alla fine potresti sentirti come se non stavi facendo abbastanza, o che sei sfinito, soprattutto se la situazione diventa un modello volatile di rottura, trucco, risciacquo, ripetizione. È necessario che tu stabilisca la linea per quanto sforzo emotivo sei in grado di fare e quanto coinvolto (e, quindi, non sicuro) personalmente sei disposto a provare. Questa è la tua scelta e nessun altro può farcela per te. Trova supporto emotivo per te stesso in questa situazione, mentre cerchi il più possibile di rispettare i confini della privacy stabiliti dal tuo amico. Parla con specialisti, trova consiglieri e riconosci che è un peso con il potenziale di provocare danni reali. Ecco, abbracciati.