Potremmo iniziare il quarto mese del 2017, ma le donne stanno ancora avvertendo gli effetti della iniquità della busta paga dal 2016. Oggi, 4 aprile, è l'Equal Pay Day, la data che rappresenta il numero di giorni extra in cui le donne devono lavorare normalmente nell'anno corrente fare ciò che i loro colleghi maschi hanno fatto entro la fine dell'anno scorso. Se sei una delle tante persone che si chiedono come possiamo colmare il divario salariale di genere, non sei il solo.

Come osserva la National Women's Law Center, le donne negli Stati Uniti che lavorano a tempo pieno per tutto l'anno sono in genere pagate solo 80 centesimi per ogni dollaro pagato agli uomini bianchi non ispanici, e la situazione è ancora peggiore per alcune donne di colore.

Ora, un divario di 20 centesimi potrebbe sembrare un piccolo cambiamento, ma piccoli cambiamenti si sommano nel tempo. Per una donna di 20 anni che inizia a lavorare a tempo pieno, tutto l'anno, oggi, il divario di 20 centesimi si traduce in $ 418.800 in meno rispetto alla sua controparte maschile nel corso di una carriera di 40 anni. Per colmare questa lacuna, avrebbe dovuto lavorare per altri dieci anni . Ripartito per razza, il divario salariale a vita è ancora più netto: per una donna di colore, tale divario salariale salariale arriva a $ 840.040. Per una donna nativa, è $ 934.240. Per una latina, è oltre $ 1 milione. Lasciato senza controllo, questo significa che le donne Nere e Nere dovrebbero lavorare bene verso i loro anni '80, e le Latinas a 90 anni, per raggiungere quello che gli uomini bianchi e non ispanici sono pagati a 60 anni.

Questo deve cambiare. Non solo il sessismo di base che alimenta il divario salariale è moralmente indifendibile, questo tipo di disuguaglianza è dannoso per la sicurezza economica delle famiglie, la nostra economia e la qualità generale della vita come società. Fa male alle famiglie quando quasi il 42 per cento delle donne è l'unico o il principale capofamiglia nelle famiglie con bambini e sono sottopagati. Fa male alle imprese quando metà dei consumatori sono sottopagati e non possono permettersi di comprare tanto di quello che le aziende vendono. Meno clienti equivalgono a meno soldi per pagare per i dipendenti, e più in basso la spirale va.

Non deve essere in questo modo. Esistono numerose soluzioni per colmare il divario salariale tra uomini e donne, dalle migliori pratiche commerciali, alla formazione dei dipendenti, al rafforzamento delle leggi sulla parità salariale. Oggi e tutti i giorni, tutti possiamo partecipare alla lotta per la parità di retribuzione facendo quanto segue:

Smettila di chiedere la storia del salario

Se sei coinvolto nell'assunzione di nuove persone o nel fissare salari sul posto di lavoro, ecco qualcosa che puoi fare per aiutare a colmare il divario salariale tra i sessi: smettere di chiedere nuovi assunti per la loro storia di stipendio. Molti datori di lavoro non ci pensano due volte prima di chiedere ai candidati la loro cronologia dei salari durante il processo di assunzione e di utilizzarli per orientare le retribuzioni o le negoziazioni. Ma per le donne e le persone di colore, avere un nuovo capo per chiedere il tuo vecchio stipendio spesso si traduce in discriminazioni retributive passate che ci seguono da un lavoro all'altro.

Qualsiasi azienda o organizzazione che sta assumendo dovrebbe avere una chiara comprensione della gamma che può permettersi di pagare per la posizione in base al suo budget e il valore del lavoro per l'azienda, così come ciò che costituisce un tasso di remunerazione competitivo per la società posizione o industria. Le aziende non hanno bisogno della cronologia dei salari per decidere cosa offrire o contro-offrire.

Crea trasparenza intorno a assunzioni, pagamenti e promozioni

Le pratiche comuni del datore di lavoro, come lo svolgimento di trattative private su retribuzioni e promozioni, l'impostazione della retribuzione caso per caso e il tenere gli impiegati all'oscuro sulla retribuzione dell'altro, rendono anche più difficile per i dipendenti individuare le discriminazioni.

Non puoi risolvere un problema che non conosci o non capisci. Ecco perché alcune aziende hanno iniziato a condurre controlli salariali per vedere se hanno gap di retribuzione di genere a livello aziendale. Altre società hanno sviluppato scale salariali e intervalli per le posizioni (una pratica comune in molti luoghi di lavoro sindacalizzati). Alcuni consentono a ciascun dipendente di vedere l'intervallo retributivo per ogni posizione all'interno dell'azienda, e altre società assicurano che la retribuzione sia stabilita secondo criteri chiari, obiettivi e coerenti come i livelli di istruzione e di esperienza.

Conosci i tuoi diritti

Fatto divertente: il divario salariale è pari alla metà delle donne in lavori sindacalizzati. Se sei un membro del sindacato, diventa più coinvolto e scopri cosa sta facendo per promuovere la parità di retribuzione. Sfortunatamente, la maggior parte dei lavoratori in questi giorni non è rappresentata dai sindacati. Ma puoi comunque informarti sui tuoi diritti sul posto di lavoro.

Parla con i tuoi funzionari eletti

Grazie al lavoro instancabile dei difensori, i legislatori locali, statali e federali hanno iniziato a introdurre e approvare leggi per affrontare il divario salariale di genere e pagare la discriminazione. Ad esempio, la rappresentante statunitense Rosa DeLauro (D-Conn.) E la senatrice Patty Murray (D-Wash.) Stanno reintroducendo il Paycheck Fairness Act oggi, che rafforzerebbe l'Equal Pay Act fermando i datori di lavoro dalla punizione dei dipendenti che discutono la loro retribuzione con co -lavoratori e proibire l'uso della storia delle retribuzioni per fissare la retribuzione. Il Massachusetts è diventato il primo stato a vietare l'uso della storia del salario l'anno scorso, e Philadelphia ha subito seguito. Allo stesso modo, 15 stati più il District of Columbia hanno leggi che proibiscono ai datori di lavoro di punire i dipendenti per discutere della loro retribuzione con i loro colleghi di lavoro.

Nessuno di questi progressi sarebbe avvenuto senza che le persone fossero informate, organizzandosi e facendo pressioni sui loro rappresentanti per introdurre, sostenere e approvare queste bollette. Ma i tuoi diritti non dovrebbero dipendere da dove ti capita di vivere. Abbiamo bisogno di molta più difesa per vincere vittorie simili per tutto il nostro paese. Quindi lasciati coinvolgere, se non lo sei già. Scopri cosa sta succedendo nel tuo stato e collabora con gruppi locali e statali che difendono la giustizia sul luogo di lavoro in cui vivi. E unisciti a noi al National Law's Law Center per le opportunità di difesa nazionale in materia di giustizia sul lavoro, giustizia riproduttiva e molto altro ancora.