Ho paura degli insetti; il tipo di paura irrazionale che mi fa urlare come se venissi attaccato da Freddy Krueger invece di tentare di schiacciare un ragno. Mi sono spesso chiesto perché sono così spaventato da qualcosa di così piccolo. Secondo la scienza, la vera ragione per cui hai paura degli insetti potrebbe essere perché il tuo cervello confonde il disgusto con la paura. Hmm. Non ne sono così sicuro. Ci sono molte cose che trovo disgustose di cui non ho paura, come il vomito per esempio.

Per quanto mi riguarda, penso che la mia paura degli insetti derivi dalla perdita di controllo che provo quando li vedo e poi li immagino strisciando su di me. Ma, ehi, vediamo cosa dice questa scienza. Secondo il sito Web Science of Us, la paura degli insetti non è rara. È così diffuso, infatti, che c'è una voce nel DSM-5 per una paura estrema degli insetti - l'entemofobia, che sono abbastanza sicuro di avere.

Inoltre, un sondaggio condotto nel 2016 da Chapman University ha rilevato che il 25% degli intervistati ha elencato gli insetti come una vera paura, più del numero di persone che hanno riferito di temere di essere vittime di un crimine violento, di germi o addirittura di morire. Posso capire. Tuttavia, alcuni scienziati dicono che ciò che percepiamo come paura è in realtà disgusto, che può evolversi sia culturalmente che biologicamente.

Qualche settimana fa ho schiacciato un ragno lupo con l'estremità di un rullo di schiuma. Mentre il ragno era morto, tonnellate (forse centinaia) di ragni piccoli si sono sparpagliati in ogni direzione. Poiché il mio compagno di stanza dormiva, ho resistito all'impulso di urlare con ogni fibra del mio essere. Quando le dissi dell'incidente il mattino seguente disse che i ragni lupo portavano i loro piccoli sulle loro schiene, come bambini che indossano mamme ragno. Sono stato appropriatamente inorridito mentre immaginavo centinaia di piccoli ragni sparsi per casa nostra. E, se sono onesto, credo di aver trovato la nozione un po 'disgustosa.

"Il disgusto è modellato in parte dalla cultura, ma ha anche le sue radici nella biologia, e la risposta di rifiuto, come la paura, è un meccanismo progettato per tenerci al sicuro: siamo disgustati dalle feci e dal cibo in decomposizione, per esempio, perché ognuno ha il potenziale per farci ammalare ", ha scritto Cari Romm su Science of Us. "Lungo le stesse linee, la presenza di insetti spesso indica che qualcosa non è sicuro da consumare o da toccare: nel corso del tempo, siamo arrivati ​​ad associare il messaggero alla minaccia stessa."

Le conclusioni si basano sulla ricerca di Paul Rozin, professore di psicologia presso l'Università della Pennsylvania. Rozin spiega che, in particolare nella cultura americana, gli insetti sono visti come disgustosi mentre in altre culture sono di aiuto come prelibatezze.

"Ogni cultura mangia qualcosa che le altre culture trovano disgustoso", ha detto Rozin su BugsFeed.com. "Come il formaggio, è il latte macerato, in alcune culture è disgustoso."

Se non fossi stato socializzato a pensare che i bug fossero grossolani, sarei più propenso a provare a mangiarli ? Forse per lo meno sarei meno terrorizzato di vederli . Mentre ammetterò di partecipare a una gara di spargimento di sterco Impala in Sud Africa, so con certezza al 100% che non lo farei mai in uno di quei reality show come Fear Factor che sembrano sempre implicare mangiare insetti, o lasciarli strisciare tutti su di te. Non importa se il premio è stato di $ 10 milioni. Io, a mani basse, non sarei in grado di farlo.

"È difficile immaginare la civiltà e la cultura senza disgusto, il senso di ciò che non è appropriato", ha detto Rozin in un'intervista con Penn Arts & Sciences. "Se potessi immaginare una persona che è libera dal disgusto, è piuttosto difficile immaginare come sarebbero distintamente umani. Ha a che fare con la sensibilità moderna, è il segno della civiltà".

Quindi, ora sono abbastanza sicuro di non aver paura solo degli insetti, ma li trovo anche assolutamente disgustosi. Perché devo scegliere paura o disgusto? Prenderò entrambi. Perché, bug. Schifoso.