La polizia ha arrestato una donna nel Queens, a New York, dopo aver presumibilmente donato una sorta di cheesecake simile a un tranquillante per rubare la sua identità, secondo la CBS News. Ecco una frase ancora una volta perché lo so, è molto: una donna avrebbe dato la sua cheesecake simile a un tranquillante al fine di rubare la sua identità. (Come potrebbe qualcuno farlo ad un'altra persona? Come potrebbe qualcuno farlo a un cheesecake?)

Come riporta Pix 11, la 42enne Viktoria Nasyrova ha presumibilmente portato una cheesecake drogata con fenazepam (un tranquillante sviluppato dall'Unione Sovietica negli anni '70) alla sua casa di sosia 35enne nell'agosto del 2016. La vittima, Olga Tsuyk, dice che ha iniziato a sentirsi sonnolenta e malata dopo aver mangiato la torta e successivamente svenuto. Ha detto alle autorità che l'ultima cosa che ricordava prima di perdere conoscenza è vedere Nasyrova seduta accanto a lei.

Il giorno dopo, Tsuyk è stato trovato vestito in lingerie con pillole di fenazepam sparsi intorno a lei, secondo la CBS News. Le autorità credono che la scena avrebbe dovuto assomigliare alla vittima che aveva cercato di overdose. Come Tsyuk reclamò alla 48 Ore di CBS News, Nasyrova voleva farlo sembrare un "suicidio". Gli agenti della Sicurezza Nazionale testarono le pillole e la cheesecake e confermarono che entrambi contenevano il tranquillante. In un'intervista con 48 ore, Nasyrova ha negato le accuse, dicendo attraverso un traduttore russo: "Conosco questa giovane donna, posso dirti che non l'ho costretta a mangiarlo".

Per fortuna, Tsuyk è sopravvissuto. Tuttavia, quando è tornata dall'ospedale, ha notato che mancavano alcuni dei suoi effetti personali. Il suo passaporto, la carta di autorizzazione all'impiego, qualche soldo e un anello d'oro erano tra gli oggetti presumibilmente rubati, secondo Pix 11. Detectives ha sottolineato che i due condividevano qualche somiglianza fisica: entrambi hanno i capelli scuri, carnagione simile alla pelle e parlano russo. Non è chiaro come le due donne si siano conosciute l'un l'altra.

CBS di New York

"Questo è un crimine bizzarro e contorto che avrebbe potuto causare la morte di una donna del Queens, la cui unica colpa è stata che ha condiviso caratteristiche simili con l'imputato", ha detto il procuratore distrettuale del Queens District Richard Brown, secondo CBS News.

Nasyrova è stata arrestata a Brooklyn il 20 marzo 2017.

Tuttavia, il presunto avvelenamento non è l'unico crimine per cui Nasyrova sarebbe stato ricercato.

Secondo il CBS di New York, il presunto fuggitivo internazionale è stato sospettato di aver rapinato uomini a New York, provocando il suo arresto nel 2017 per furto maggiore. Come "fuggitivo internazionale" implica, i presunti crimini di Nasyrova non erano limitati agli stati. Era anche presumibilmente ricercata dopo la misteriosa morte del 2014 di una donna russa, Alla Aleksenko, scomparsa e i cui resti furono ritrovati mesi dopo.

Nasyrova si è trasferita dalla Russia a New York dopo il presunto omicidio, secondo la CBS di New York. L'Interpol ha rilasciato i volantini di Nasyrova sperando che qualcuno l'avrebbe trasformata, ma è riuscita ad arrivare a New York e continuare a vivere la sua vita.

"Non stava vivendo la vita di qualcuno che era in fuga o in clandestinità", ha detto a CBS New York l'investigatore privato Herman Weisberg, "Era molto, molto fuori, proprio come qualsiasi normale Brooklynite." Weisberg stava lavorando con il NYPD per rintracciare Nasyrova perché era ricercata per gli uomini presumibilmente drogati che incontrava nei siti di appuntamenti per poi derubarli mentre erano svenuti. "A lei importa molto del denaro, a quanto pare, perché questo è ciò che l'ha motivata", ha detto anche Weisberg.

CBS di New York

In un'intervista di 48 ore, Nasyrova nega di aver tentato di avvelenare Tsuyk. "Conosco questa giovane donna, posso dirti che non l'ho costretta a mangiarlo", disse Nasyrova attraverso un traduttore russo.

Se condannato, Nasyrova potrebbe rischiare fino a 25 anni di carcere. La prossima volta è in tribunale il 25 maggio.