Se hai ricordi di eventi specifici di quando eri solo un bambino che si stava rilassando nella culla, in realtà potresti non ricordare affatto quegli eventi. Secondo un nuovo studio, i tuoi primi ricordi potrebbero essere falsi perché gli umani non possono formare ricordi prima di due anni. Nello studio di 6.641 persone, il 40% ha riferito che la loro prima memoria si è verificata prima di avere due anni. Tuttavia, una miriade di studi hanno scoperto che le persone in realtà non possono creare ricordi fino all'età di tre anni.

Lo studio dei ricercatori della City, Università di Londra, Università di Bradford e Nottingham Trent University, e pubblicato sulla rivista Psychological Science, ha scoperto che coloro che hanno segnalato ricordi prima dei due anni potrebbero non ricordare gli incidenti che sostengono come i loro primi ricordi . Anche da adulti, alcune persone confondono cose che sono state raccontate con ricordi reali o addirittura adottano i ricordi di altre persone come se fossero le loro. Questo è probabilmente il caso di coloro che rivendicano i ricordi dall'infanzia.

"Poiché molti di questi ricordi risalgono a prima dell'età di due anni, gli autori suggeriscono che questi ricordi di finzione si basano su frammenti ricordati di esperienze precedenti - come una carrozzina, relazioni familiari e sentimenti tristi - e alcuni fatti o conoscenze sui loro la propria infanzia o infanzia che potrebbe derivare da fotografie o conversazioni familiari ", ha spiegato un comunicato stampa sullo studio.

Detto questo, solo perché il tuo cervello non può formare ricordi come un bambino, questo non significa che le cose che ti sono accadute a quell'età non possano influenzarti più tardi. "È normale aver subito un trauma all'inizio della vita e non averne memoria", Allan Schwartz, LCSW, Ph.D. ha detto nella sua rubrica di consulenza sul sito Web Aiuto mentale. Ciò significa che le cose che non sei in grado di ricordare perché eri troppo giovane possono guidare certe emozioni e comportamenti più tardi nella vita.

Inoltre, se ti è stato detto di un incidente o di un evento specifico, il tuo cervello potrebbe indurti a credere che lo ricordi davvero. "Suggeriamo che ciò che un ricordatore ha in mente quando si richiama all'immaginario immaginario ricordi precoci è una rappresentazione mentale di tipo episodico-memoria costituita da frammenti ricordati di esperienze precedenti e alcuni fatti o conoscenze sulla propria infanzia / infanzia", ​​Dott.ssa Shazia Akhtar, Il primo autore dello studio e ricercatore associato presso l'Università di Bradford, ha dichiarato nel comunicato stampa.

"Fondamentalmente, la persona che li ha ricordati non sa che questo è fittizio, infatti quando alle persone viene detto che i loro ricordi sono falsi spesso non ci credono", il professor Martin Conway, direttore del Centro per la memoria e la legge della città, Università di Londra e co-autore del giornale, ha detto nel comunicato stampa. "Questo in parte a causa del fatto che i sistemi che ci permettono di ricordare le cose sono molto complessi, e non è fino a 5 o 6 anni che creiamo ricordi simili ad adulti a causa del modo in cui il cervello si sviluppa e grazie alla nostra maturazione comprensione del mondo. "

Tuttavia, è importante notare che non tutti i ricordi della prima infanzia sono falsi - l'evento che pensi di ricordare potrebbe effettivamente essere successo, ma il tuo ricordo reale potrebbe essere in qualche modo fabbricato. In altre parole, la probabilità che tu ricordi che tua mamma ti spingeva attraverso Central Park in un passeggino verde quando eri un bambino è sottile, ma potresti aver ricostruito questa "memoria" insieme dalle storie di famiglia e guardando le tue foto in il parco. Il tuo cervello ha quindi adottato questo scenario come un ricordo, nonostante il fatto che tu non abbia potuto effettivamente conservare questa memoria come un bambino piccolo.

"Per questa persona, questo tipo di memoria potrebbe essere il risultato di qualcuno che ha detto qualcosa come" la madre aveva una grande carrozzina verde ", quindi la persona immagina come sarebbe stata" spiegò il professor Conway. "Nel corso del tempo questi frammenti diventano quindi un ricordo e spesso la persona inizierà ad aggiungere cose come una serie di giocattoli lungo la parte superiore."

Nel complesso, i ricercatori sono ancora molto all'oscuro su come funziona il cervello umano, secondo la rivista Stanford Medicine Scope. "Sappiamo molto poco del cervello, conosciamo le connessioni, ma non sappiamo come vengono elaborate le informazioni", ha detto il neurobiologo Lu Chen in un articolo sull'argomento. Ad esempio, alcune persone ricordano molto poco dall'infanzia, mentre altri possono raccontare dettagli specifici su ciò che indossavano e ciò che dovevano mangiare.

Il principale punto d'appoggio è che la comprensione del cervello umano è in continua evoluzione. Le migliori menti della scienza e della medicina stanno attivamente ricercando i misteri del cervello umano, ma prove concrete su come funziona effettivamente questo muscolo sono lontani anni o anche secoli. Se hai un ricordo fin dall'infanzia, parla con la tua famiglia per provare a mettere insieme perché pensi di ricordare questo specifico evento. Potresti essere sorpreso da ciò che scopri.